莫斯科恐袭:欧洲各国总理反应谨慎,没有声援俄罗斯人民

莫斯科的恐怖袭击造成 115 人死亡,其中包括至少 5 名儿童,另有 145 人重伤,正在俄罗斯首都的医院里命悬一线。这一恐袭事件占据了各大新闻头版,使刚刚结束的欧洲理事会会议结果黯然无光。IS(伊斯兰国)声称对“克洛库斯市政厅”音乐厅大屠杀负责。

欧洲各国总理对俄罗斯恐怖袭击的反应既有对大屠杀的恐惧,又有谨慎。 布鲁塞尔立即站出来表示,“没有任何迹象表明乌克兰在袭击中发挥了作用”。 白宫消息人士也表示了同样的看法,并强调,就在 3 月 7 日,俄罗斯已收到美国情报部门关于伊斯兰恐怖分子可能发动袭击的警告。

克里姆林宫“注意到”来自西方的稀疏且非常普遍的“对恐怖主义的谴责”,而很少有政治领导人“敢于表达对俄罗斯人民的声援”。 在意大利,联盟领导人兼副总理马泰奥·萨尔维尼在社交网络X(前推特)上写道:“我和联盟表达对受恐袭伤害的俄罗斯人民表示声援”。 五星运动主席朱塞佩·孔特在一份声明中表示“对莫斯科和俄罗斯公民遭受的恐怖事件表示深切哀悼和坚决谴责。 五星运动与受害者家属以及因这一懦弱的恐怖行为而受伤的女性和男性站在一起。”

对于很多俄罗斯专家来说,恐怖袭击地点的选择显得很奇怪。 “克洛库斯”中心除了音乐厅外,还包括一些购物中心和贸易展览中心属于阿塞拜疆最有影响力和最富有的伊斯兰家族之一,并以阿塞拜疆最著名的歌手之一穆斯林马戈马耶夫的名字命名。

俄罗斯执法官员周六宣布,他们逮捕了莫斯科地区克洛库斯市政厅恐怖袭击事件的全部四名嫌疑人。 此外,恐怖分子的其他11名同伙也被逮捕。 国家杜马信息政策委员会主席亚历山大·辛施泰因表示,“嫌疑人乘坐的雷诺汽车是在夜间在布良斯克州哈特孙村附近(距离俄罗斯与乌克兰领土边境几十公里, 编辑按)被发现的。 该车没有按照警方的要求停下来,并试图逃跑。” 追捕过程中发生枪战,嫌疑人乘坐的汽车被翻倒。 “一名恐怖分子当场被捕,其他人逃进森林。 在检查汽车时,发现了一把手枪、一个突击步枪弹匣和塔吉克斯坦公民的护照。 经过搜查,第二名嫌疑人在凌晨 3.50 左右被发现并被捕。 对其他人的搜寻仍在继续,而医疗当局则宣布悲惨的死亡人数可能会“增加”。 莫斯科医疗中心前,前来献血的志愿者排起了长队。

L’APPELLO DEL PRESIDENTE VLADIMIR PUTIN AI CITTADINI DELLA FEDERAZIONE RUSSA

Cari cittadini russi!

Mi rivolgo a voi in relazione a un atto terroristico sanguinoso e barbaro, le cui vittime sono state dozzine di persone pacifiche e innocenti: nostri compatrioti, inclusi bambini, adolescenti e donne. I medici ora combattono per la vita delle vittime, quelle che versano in gravi condizioni. Sono sicuro che faranno tutto il possibile e anche l’impossibile per preservare la vita e la salute di tutti i feriti. Parole speciali di gratitudine agli equipaggi delle ambulanze e delle eliambulanze, ai soldati delle forze speciali, ai vigili del fuoco, ai soccorritori che hanno fatto di tutto per salvare la vita delle persone, tirarle fuori dalle fiamme, dall’epicentro del fuoco e del fumo ed evitare perdite ancora maggiori.

Non posso ignorare l’aiuto dei comuni cittadini che, nei primi minuti dopo la tragedia, non sono rimasti indifferenti e hanno partecipato, insieme a medici ed agenti di sicurezza, fornendo i primi soccorsi e consegnando le vittime agli ospedali.

Forniremo l’assistenza necessaria a tutte le famiglie le cui vite sono state colpite da terribili disgrazie, ai feriti e alle vittime. Esprimo le mie più sentite e sincere condoglianze a tutti coloro che hanno perso i loro cari. Tutto il Paese, tutto il nostro popolo, piange con voi. Dichiaro il 24 marzo giorno di lutto nazionale.

A Mosca e nella regione di Mosca, in tutte le regioni del Paese, sono state introdotte ulteriori misure antiterrorismo e antisabotaggio. La cosa più importante ora è impedire che coloro che sono dietro questo bagno di sangue commettano un nuovo crimine.

Per quanto riguarda l’indagine su questo reato e gli esiti delle azioni investigative operative, allo stato attuale si può dire quanto segue. Tutti e quattro gli autori diretti dell’attacco terroristico, tutti coloro che hanno sparato e ucciso persone, sono stati trovati e arrestati. Hanno cercato di nascondersi e si sono diretti verso l’Ucraina, dove, secondo i dati preliminari, sul lato ucraino è stato preparato un corridoio per attraversare il confine di Stato. Sono state arrestate in totale 11 persone. Il Servizio di sicurezza federale russo e altre forze dell’ordine stanno lavorando per identificare e scoprire l’intera base complice dei terroristi: coloro che hanno fornito loro il trasporto, hanno delineato le vie di fuga dalla scena del crimine, hanno preparato depositi di armi e munizioni.

Ribadisco: gli organi investigativi e le forze dell’ordine faranno di tutto per stabilire tutti i dettagli del delitto. Ma è già evidente che ci troviamo di fronte non solo ad un attacco terroristico attentamente e cinicamente pianificato, ma anche ad uno sterminio di massa preparato e organizzato di persone pacifiche e indifese. I criminali hanno deciso con calma e determinazione di uccidere, di sparare a bruciapelo sui nostri cittadini, sui nostri figli. Proprio come un tempo i nazisti compivano massacri nei territori occupati, così hanno deciso di inscenare un’esecuzione spettacolo, un sanguinoso atto di intimidazione.

Tutti gli autori, gli organizzatori e i mandanti di questo crimine subiranno una punizione giusta e inevitabile. Chiunque siano, chiunque li guidi. Ripeto: identificheremo e puniremo tutti coloro che stanno dietro i terroristi, che hanno preparato questa atrocità, questo attacco alla Russia, al nostro popolo.

Sappiamo qual è la minaccia del terrorismo. Qui contiamo sull’interazione con tutti gli Stati che condividono sinceramente il nostro dolore e sono pronti a unire effettivamente le forze nella lotta contro un nemico comune, il terrorismo internazionale, con tutte le sue manifestazioni.

I terroristi, gli assassini e gli esseri disumani che non hanno e non possono avere una nazionalità devono affrontare un destino poco invidiabile: la punizione e l’oblio. Non hanno futuro. Il nostro dovere comune adesso, dei nostri compagni al fronte, di tutti i cittadini del Paese è quello di stare insieme in un’unica formazione. Credo che sarà così, perché niente e nessuno potrà scuotere la nostra unità e volontà, la nostra determinazione e coraggio, la forza del popolo russo unito. Nessuno potrà seminare semi velenosi di discordia, panico e divisione nella nostra società multietnica.

La Russia ha ripetutamente attraversato prove difficili, a volte insopportabili, ma è diventata ancora più forte. Sarà così anche adesso.