Nikki Haley se ne va

Il 6 marzo l'ex rappresentante USA alle Nazioni Unite annuncerà la "sospensione" della propria campagna elettorale

Donald Trump

Ha perso praticamente tutte le tornate delle elezioni primarie del partito Repubblicano. Ho perso la principale fonte di finanziamento della propria campagna elettorale. E ora se ne va. Nikki Haley, ex rappresentante degli USA alle Nazioni Unite, ex governatore  della South Carolina domani diventerà anche ex rivale di Donald Trump.

Alle 10 del mattino (tempo standard Est USA, le ore 16 in Italia) del mercoledì 6 marzo, Haley annuncerà ufficialmente la “sospensione” della propria campagna elettorale. Lo scoop, basato sulle informazioni “assolutamente affidabili”, è stato annunciato simultaneamente dai quotidiani statunitensi The Wall Street Journal e The Hill.

Come ha scritto WSJ “nel suo discorso Haley dirà, che non intende appoggiare Trump ‘apertamente’ bensì si rivolgerà con un appello all’ex presidente americano affinché ‘cerchi di guadagnare’ l’appoggio dei sostenitori di Haley”.

Da parte sua The Hill ha sottolineato che il ritiro di Haley dalla corsa elettorale garantirà a Trump la nomina come candidato del partito Repubblicano alle elezioni del 5 novembre prossimo. Secondo il canale televisivo Fox News finora Trump ha vinto le primarie repubblicane in 19 stati.