Regno unito, il 2 maggio le elezioni amministrative, maxi sondaggio per le politiche

Il primo ministro Rishi Sunak aveva detto, a gennaio 2024, che entro l’anno si terranno le elezioni politiche. Nel frattempo, per il 2 maggio sono fissate le elezioni amministrative che rappresentano un maxi sondaggio in vista del più importante appuntamento nazionale.

Gli inglesi sono chiamati a scegliere oltre 2.600 consiglieri comunali e provinciali e 10 sindaci in 107 delle 317 amministrazioni locali, tra cui il sindaco di Londra e qurllo di un’altra decina di grandi città. Si eleggeranno anche 37 commissari che supervisionano le forze di polizia. Ci sarò anche un’elezione suppletiva parlamentare a Blackpool a causa delle dimissioni dell’ormai ex deputato conservatore Scott Benton.

Sunak è ben conscio del fatto che il voto di domani è di importanza cruciale. I Conservatori devono recuperare voti: secondo i sondaggi sono indietro di 20 punti rispetto ai laburisti.

“L’importanza di questo sondaggio locale, per il Regno Unito, è che si svolge molto vicino alle elezioni generali che potrebbero essere tra quattro, cinque, sei mesi o anche nell’autunno, e questo significa che gli elettori guarderanno al risultato come a un barometro per capire che cosa sta succedendo nei vari partiti: Conservatori, Laburisti, Liberaldemocratici, Verdi e anche nella formazione di estrema destra “Reform” e in che direzione si sta muovendo l’opinione pubblica”, ha spiegato all’agenzia SIR Tony Travers, docente di politica alla “London School of Economics” di Londra. Appare scontata la perdita di posizioni dei Tories rispetto a laburisti e socialdemocratici: se i conservatori sperano di limitare i danni, i laburisti puntano a mantenere lo slancio in vista delle prossime politiche.