Senegal, il 24 marzo si terranno le elezioni “rimandate”

Aperta la campagna elettorale a Dakar, 19 i candidati

 

 

Macky Sall, l’uomo che rinviando le elezioni il 3 febbraio scorso ha gettato nel caos il Senegal, non ci sarà, ma alla fine le elezioni si terranno il 24 marzo 2024.

La campagna elettorale è stata aperta dopo che un tribunale ha confermato la data della consultazione e vedrà 19 contendenti, tra cui uno dei favoriti dovrebbe essere l’ex sindaco della capitale, Dakar, Khalifa Sall. Sembra così essersi concluso il periodo di incertezza inaugurato all’inizio di febbraio quando Macky Sall tentò di rinviare di 10 mesi le elezioni programmate per il 25 febbraio; azione che ha provocato malumori e proteste e timori golpisti per un Paese che è uno dei pochi di quell’area che ha una certa stabilità.

Le proteste di piazza provocarono la morte di 4 persone e la condanna delle forse opposizone che vedevano in quella mossa un tentativo di Macky Sall di rimanere al potere oltre la data di fine mandato che è il 2 aprile 2024.

La data fissata dal Consiglio costituzionale accorcia da 21 a 14 i giorni destinati alla campagna elettorale ma, soprattuto, per la prima volta questa è durante il Ramadan: il Senegal è un Paese a maggioranza musulmana.