Trump è stato condannato nel processo “Stormy Daniels”

La giuria popolare lo ha ritenuto colpevole di tutti i capi di accusa, l'11 luglio il giudice stabilità la pena

34 volte colpevole. L’ex presidente degli Stati uniti Donald Trump è stato dichiarato colpevole per tutti i 34 reati di cui era accusato. La giuria ha decretato la colpevolezza del candidato alle presidenziali per il Partito repubblicano all’unanimità, ora al giudice Juan M. Merchan spetterà stabilire la pena che potrà andare da una semplice multa fino a quattro anni di carcere, la sentenza è programmata per l’11 luglio 2024. Trump è colpevole di aver falsificato documenti aziendali relativamente a un pagamento di 130mila dollari effettuato alla pornostar Stormy Daniels per mettere a tacere la loro relazione prima delle presidenziali del 2016.

Trump è il primo ex presidente degli Stati Uniti a cui sia mai stata inflitta una condanna penale e il suo avvocato, Todd Blanche, ha spiegato alla CNN: “Ricorreremo in appello appena possibile. Eravamo preparati anche ad un verdetto di colpevolezza. Tuttavia lo avrebbero dovuto giudicare innocente. Quei documenti non provano la sua colpevolezza”. E’ anche il primo candidato alla presidenza a correre con una condanna sulle spalle visto che non gli sarà impedito di presentarsi alle elezioni presidenziali in cui si confronterà nuovamente conto Joe Biden. Potenzialmente Trump a novembre potrebbe essere il presidente eletto e al tempo stesso in carcere a scontare una condanna. Anche se difficilmente sarà incarcerato, anche solo il fatto che possa esistere una possibilità del genere apre ad ampie perplessità sull’intero sistema politico statunitense. Dal punto di vista politico, se da una parte i più stretti seguaci consolideranno il loro sostegno, dall’altra potrebbe perdere il voto di indipendenti e moderati, decisivo nel testa a testa elettorale.

Trump in giornata terrà un discorso pubblico ma nelle reazioni a caldo, raccolte dai giornalisti fuori dall’aula, ha dichiarato: “E’ stato un processo farsa, è una vergogna. Sono un uomo innocente”, aggiungendo che cotinuerà a combattere con ancora più forza e che “Il vero verdetto sarà il 5 novembre”, ovvero la data in cui sono fissate le elezioni presidenziali.

La campagna di Biden ha invece spiegato che “Il verdetto contro Donald Trump dimostra che nessuno è al di sopra della legge”, poi il presidente, attraverso il suo account X, ha dichiarato: “C’è un solo modo per tenere Donald Trump fuori dallo Studio Ovale: andare alle urne”.