Uzbekistan, Mirziyoyev promuove accordi con i paesi del Golfo

Shavkat Mirziyoyev cerca di promuovere un accordo commerciale tra l’Asia centrale e le monarchie del Golfo.

Il presidente dell’Uzbekistan ha lanciato la proposta nel corso del vertice tenutosi in Arabia Saudita, a Gedda, che ha convolto il Consiglio di cooperazione del Golfo (formato da Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman e Qatar) e i massimi esponenti delle repubbliche dell’Asia centrale.

Anche in tempi difficili come quelli attuali queste aree “sono rimaste uno spazio di pace, di stabilità e di sviluppo – ha spiegato Mirziyoyev secondo quanto riporta Agenzia Nova – I Paesi del Golfo posseggono ampie risorse economiche, naturali e intellettuali, giocano un ruolo unico nell’assicurare la stabilità globale e la sicurezza energetica. Negli ultimi anni le relazioni dell’Uzbekistan con questi Paesi hanno raggiunto un nuovo livello, con un portafoglio di progetti attuati dalle vostre aziende e banche che ha superato i 20 miliardi di dollari”.

A cementare le relazioni tra queste due dinamiche aree geografiche ci sono non solamente le relazioni commerciali ma anche valori comuni, tradizioni e chiaramente la comune religione dell’Islam.

Una serie di aziende del Golfo sono già direttamente coinvolte in Uzbekistan, in particolare nel settore delle energie rinnovabili. Nella visione di Mirziyoyev le relazioni devono espandersi sul piano politico e quindi sugli investimenti e sullo sviluppo dell’alta tecnologia. E, ancora, il capitolo degli scambi commerciali e logistici con l’invito a considerare una zona di libero scambio e a investire sulla strategica ferrovia trans-afgana che arriverà a connettere direttamente e velocemente il Golfo e l’Asia centrale.